Edv Cafe

  • 09:42:06 pm on marzo 30, 2008 | 1
    Tag:

    Ho 22 anni, e mai nella mia vita avevo sentito parlare di una corrente musicale chiamata EMO.. A chi si dichiara EMO ho spesso chiesto cosa significa far parte di questo “filone”, senza ricevere risposte soddisfacenti, solo confusione e frasi fatte..mi sono dunque documentato su Wikipedia. Copia e incolla:

    Le Origini:

    “Il termine emo si riferisce ad un genere musicale inizialmente compreso all’interno del punk rock. Tuttavia, nelle sue forme più moderne, il genere include anche sonorità di origine più melodica ed indie rock.
    Di fondamentale importanza per la genesi dello stile furono gli Hüsker Dü con il loro album Zen Arcade[1], pubblicato nel 1984. Questo lavoro, sebbene sia comunque per la gran parte un disco hardcore punk, fu infatti diverso dal sound hardcore più grezzo e violento visto sino ad allora, e conteneva una maggiore attenzione sia ai testi che alla tecnica musicale[1], ed influenzò moltissimo la scena musicale di Washington DC tanto che fu proprio in questa zona che venne usato per la prima volta il termine emo[1] per definire band in sostanza sempre hardcore ma con sonorità più melodiche e ricche.[…] La prima ondata emo iniziò a scemare con lo scioglimento nei primi anni ’90 di molte delle band citate.”

    L’Emo Oggi

    “Attualmente più che in passato l’emo è arrivato a comprendere una moltitudine di bands, molte delle quali hanno poco in comune col genere. Il termine ha assunto un significato così ampio che è diventato praticamente impossibile descrivere cosa effettivamente intenda. Si tende erronamente quindi a definire emo, i gruppi e generi solo influenzati in parte da quest’ultimo, nella sua versione piu recente e melodica, e che quindi si distacca dall’emo originale. I generi che oggigiorno vengono definiti emo presentano un sound con decise influenze pop punk ed anche alternative rock. Il termine emo è attualmente associato a gruppi come 30 Seconds to Mars[41], A Static Lullaby[42], Alkaline Trio[43], Billy Talent[44], Brand New[45], Coheed and Cambria[46], Fall Out Boy[47], From Autumn to Ashes[48], Funeral for a Friend[49], Matchbook Romance[50], My Chemical Romance[51], Panic! at the Disco[52], Silverstein[53], Something Corporate[54], Taking Back Sunday[55], The Starting Line[56], Tokio Hotel[57] e Yellowcard[58]. I fans di alcune di queste bands hanno subito preso le distanze da questo termine associato alla musica dei loro beniamini, fornendo lunghe spiegazioni dei motivi per cui tali bands non possano essere definite emo. (La repulsione di alcune bands all’essere associate all’emo non è diversa dal tentativo di allontanarsi dall’emo di varie indie bands a fine anni ’90.Come risultato di un continuo cambiamento dell’emo negli anni, una seria scissione è venuta a delinearsi tra i sostenitori di determinati periodi dell’emo. Chi è fortemente legato all’hardcore delle origini difficilmente ha apprezzato la svolta indie rock della seconda ondata. Allo stesso tempo è improbabile che i fan di quest’ultima condividano la svolta pop punk e melodica delle band attualmente molto note.”

    Abbigliamento

    “L’emo è spesso associato ad un certo tipo di moda. Attualmente, sia i ragazzi e che le ragazze usano spesso jeans stretti ed aderenti, con i capelli con una lunga frangia verso una parte della faccia o sopra uno o entrambi gli occhi colorati di nero. Sono frequenti t-shirt aderenti raffiguranti le band preferite, cintura con le borchie, scarpe da skater o in generale scarpe nere, e occhiali da sole a goccia[63][64][65].
    La moda emo è comunque cambiata molto col tempo. In origine era caratterizzata da capelli trascurati, pantaloni stretti con camicie a quadri e giubbotti da lavoro.”

    Ricapitolando, gli EMO di oggi sono la seconda evoluzione di una sotto-specie di un genere di nicchia di molti anni fa, ormai divenuto un genere pop (chi sostiene che i tokio hotel facciano rock non ha capito un granché..).Difficile credere che il messaggio originale non si sia quantomeno rovinato, se non perso completamente.. ammettiamolo, non è una corrente molto motivata.. più che altro non credo che molti capiscano il vero significato di ciò che dicono di essere.. secondo me è solo una moda, e come tutte le mode passerà.. ho visto ragazze strapparsi i capelli, piangere e minacciare il suicidio in nome dei backstreet boys che adesso ridono di loro stesse.. passerà..

    Annunci
     

Comments

  • euclide 16:0 on 31 marzo 2008 | # | Rispondi

    Anche io quando ho visto le prime volte la parola EMO circolare fra i miei studenti sono rimasta interdetta. Poi mi sono documentata e le cose più interessanti le ho trovate sul sito http://nonciclopedia.wikia.com


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: