Edv Cafe

  • 06:24:31 pm on febbraio 26, 2008 | 9
    Tag:, , , ,

    Stamattina, poco prima di uscire di casa, ho visto alla televisione una cosa che mi ha fatto vergognare di appartenere al genere umano.

    Era su Rai1, nel segmento informativo della trasmissione Uno mattina. Come saprete tutti ieri sera sono stati fortuitamente trovati nel fondo di un pozzo due cadaveri che sembra possano appartenere ai due fratellini di Gravina scomparsi molti mesi fa. La notizia è di quelle clamorose e centinaia di giornalisti di tutte le testate sono accorsi a Gravina dove hanno preso ad assediare la casa della famiglia. L’identità dei cadaveri non è ancora certa e la polizia scientifica ha iniziato a fare i rilievi del caso per poter poi procedere al recupero dei corpi. Nel frattempo gli investigatori che si occupano delle indagini hanno fatto un passo per informare in modo ufficiale la famiglia del possibile ritrovamento.

    Ed è qui che si colloca Uno mattina: per non perdersi neanche una lacrima della madre dei piccoli hanno pensato bene di far entrare in casa una giornalista mentre all’esterno altri giornalisti seguivano, con toni da telecronaca,  l’arrivo degli investigatori. E come se questa invadenza non fosse già stata sufficiente, dalla trasmissione hanno telefonato alla madre, questa povera donna disperata, addolorata, piangente, in trepida attesa di notizie, per chiederle come si sentiva (?!?) e come avrebbe preso la notizia del ritrovamento e che commenti aveva da fare sull’argomento.

    Una cosa sconcertante. E solo per arrivare per primi alla dichiarazione della madre e battere così la concorrenza. SCIACALLI, non ho altro termine per definirli. Mi sono vergognata per loro. 

    Annunci
     

Comments

  • elene 20:0 on 26 febbraio 2008 | # | Rispondi

    il punto cruciale, a mio avviso, sta nella madre che nonostante tutto ha accettato di far entrare la giornalista a casa in un momento simile. senza la sua approvazione, infatti, non avrebbero neppure potuto chiamarla. questo mi lascia pensare, sì. nonostante ciò ti dò pienamente ragione sul fatto che, oggi come non mai, il giornalismo è divenuto sciacallaggio allo stato puro.

  • fraaaaaaaa 22:0 on 26 febbraio 2008 | # | Rispondi

    si vero…nn voglio mettere in dubbio il dolore della mamma xkè solo chi c’è passato può sapere cosa significa perdere dei figli e soprattutto in certe circostanze…xò far entrare così delle telecamere e degli estranei in casa in certi momenti…boh!Gli Onofri ricordo che nn avevano fatto entare nessuno…

  • Luca 23:0 on 26 febbraio 2008 | # | Rispondi

    Quoto. E i cretini che ridono dietro all’inviato? Questa non è informazione, è avanspettacolo. Vergogna.

  • euclide 15:0 on 27 febbraio 2008 | # | Rispondi

    @elene@fraaaa: nel caso specifico credo che si siano anche approfittati dell’ignoranza della donna…e poi c’è tutta una questione di liti familiari e accuse reciproche tra i coniugi…

  • fraaaaaaaa 15:0 on 27 febbraio 2008 | # | Rispondi

    Io son dell’idea che in certi casi il dolore unisca le persone…non è un bel vedere che due persone che hanno perso i figli si accusino a vicenda x di più agli occhi dell’intero Paese

  • euclide 16:0 on 27 febbraio 2008 | # | Rispondi

    @fraaaa: le battaglie tra coniugi per il divorzio e l’affidamento dei figli a volte sono devastanti e lasciano tracce profonde ed indelebili.
    Comunque concordo con te che il tutto non è un bel vedere.

  • fraaaaaaaa 16:0 on 27 febbraio 2008 | # | Rispondi

    si questo ok…xò essendo persone adulte,da queste,si dovrebbe almeno pretendere un pò di intelligenza e maturità…poi a casa loro e soprattutto a telecamere spente che facciano quello che gli pare,succede a molti purtroppo

  • elene 16:0 on 27 febbraio 2008 | # | Rispondi

    mah sai euclide, ignoranza o non ignoranza, il dolore resta pur sempre dolore, altro che giornalisti e telecamere in momenti così pesanti! resto dell’idea che una buona parte sia giocata dalla voglia di apparire, seppur per una così nefasta vicenda. per il resto concordo pienamente con fraaaaaa, in ogni caso, anche nei più assurdi, i panni sporchi si lavano a casa, tanto più fra persone adulte. ma in questo caso, sono d’accordo con te euclide, che l’estrazione sociale e il livello culturale, influisca parecchio. buon pomeriggio ragazze! 🙂

  • Chardonnay 15:0 on 29 febbraio 2008 | # | Rispondi

    intanto hai parlato di UNO MATTINA, questo è l’importante


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: