Edv Cafe

  • 11:33:22 am on febbraio 23, 2008 | 2
    Tag:

    Il signoraggio è stato nell’antichità quel tributo in oro che richiedeva il coniatore di monete d’oro.
    L’artigiano che forgiava la moneta si teneva parte dell’oro consegnatogli, diciamo che se per fare una moneta erano necessari 10 grammi d’oro se ne teneva 1 e lo sostituiva con un metallo non nobile.
    Questa azione non era proprio un furto, ma una sorta di baratto per pagare il suo servizio e il valore intrinseco dei suoi servizi (la pressa, lo stampo, etc…), dipendentemente dall’onestà del coniatore.
    Oggi si intende per signoraggio un vero e proprio furto.
    Dato che l’economia sta nelle mani delle sole banche e dei petrolieri, possono permettersi di riccattarci in qualsiasi maniera.
    Le banche centrali che emmettevano le banconote e le monete, un tempo statali fino al trattato di Maastricht, sono diventate delle società private.
    Lo Stato, inteso come collettività, le compra al loro costo nominale, cioè al valore di facciata e la banca pretende anche degli interessi, cioè una quantità ulteriore oltre al valore della stessa.
    Questo è il signoraggio in soldoni, per me che non mastico i numeri, ma capisco benissimo che la situazione è preoccupante.
    Il denaro non ha nessun valore che lo copre, di questo denaro la banca chiede anche degli interessi con altro denaro che non esiste.
    Non è difficile individuare da dove provenga il debito pubblico e chi sia in credito.
    Se ogni Stato compra un valore a più del suo valore non potrà mai colmare il debito nemmeno con il commercio.
    Dunque a cosa corrispondono se non è più l’oro il valore di riferimento? A niente.
    Il signoraggio è l’unico modo che garantisce al sistema la produzione di nuovo denaro da far circolare, cioè a fronte di un debito incolmabile. Paradossale, eh?

    Annunci
     

Comments

  • Luca 11:0 on 23 febbraio 2008 | # | Rispondi

    Paradossale che mentre succede tutto questo la gente sintonizzi i neuroni sul bagaglino.

  • Chardonnay 12:0 on 23 febbraio 2008 | # | Rispondi

    yeah!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: