Edv Cafe

  • 10:25:03 am on febbraio 13, 2008 | 10
    Tag:, , ,

    Di aborto non può parlare Ferrara, di aborto non può parlare un prete, di aborto non può parlare un uomo, di aborto non posso parlare nemmeno io che sono una donna, perché posso solo immaginare cosa sia, ma non posso spiegarlo, perché non l’ho provato.
    Di aborto può parlare solo una coscienza che l’ha misurato su se stessa.
    L’uso che si sta facendo sull’argomento, solo e soltanto a fini strumentali e di propaganda elettorale, è qualcosa di indegno.
    Senza parlare del clima di terrorismo puro al quale siamo arrivati: ultima è la notizia riportata oggi su tutti i quotidiani:
    Annunci
     

Comments

  • edv cafe 11:0 on 13 febbraio 2008 | # | Rispondi

    Ho letto la news ed in effetti è piuttosto surreale.
    Credo si stia facendo confusione tra aborti decisi a causa di malformazioni del feto e aborti tout-court. Nel caso il feto sia sano io onestamente trovo un po’ un delitto abortire, tanto più che una volta partorito il neonato può essere affidato all’ospedale senza che sia richiesto un riconoscimento materno.

  • Alessia Tendallegra 11:0 on 13 febbraio 2008 | # | Rispondi

    @EDV: io non pongo la questione circa aborto favorevoli o contrari: il discorso è serio, ampio ed importante e potremmo star qui a parlare per ore.

    Il concetto che volevo esprimere, è che lo Stato è comunque laico e deve fornire strumenti che garantiscano la tutela dei diritti degli individui.

    Voglio anche sottolineare il fatto che esprimo questo pensiero da cattolica credente e molto praticante, ma lo Stato è tutti, lo Stato è di tutti, lo Stato col discorso religioso non deve assolutamente entrarci.

  • Luca 11:0 on 13 febbraio 2008 | # | Rispondi

    1) Non hanno il diritto di irrompere in questo modo nella vita delle persone. Qui si torna nell’Ottocento.

    2) Vorrei fosse chiaro a tutti che rendere illegale l’aborto non porterà a salvare le vite, ma solo a aumentare esponenzialmente il numero di aborti clandestini. Il proibizionismo storicamente ha fallito. Svegliamoci. Non facciamoci manipolare dal ciccione di la7 e dal nano malefico.

  • anonima85 12:0 on 13 febbraio 2008 | # | Rispondi

    …qualcuno ha letto “lettera ad un bambino mai nato” di oriana fallaci?…dà ottimi spunti riflessivi, in merito…

  • edv cafe 16:0 on 13 febbraio 2008 | # | Rispondi

    Io sono per il libero arbitrio, quindi ognuno può fare ciò che crede col proprio feto. Dico solo che essendoci la possibilità di partorire un bambino senza doverlo poi per forza riconoscere, magari sarebbe un qualcosa su cui riflettere.

  • Alessia Tendallegra 17:0 on 13 febbraio 2008 | # | Rispondi

    @Edv: forse mi sono espressa male io, ma stiamo parlando di due cose diverse.
    Un conto è l’interruzione di gravidanza, un altro è il portarla avanti fino al parto.
    Concordo con te sul fatto che è importante che le donne sappiano (purtroppo e tristemente ancora si sa poco) che è possibile partorire in ospedale in pieno anonimato, decidere di non riconoscere il bambino e lasciarlo lì e che sono proprio i medici a contattare i servizi sociali. Si eviterebbero i tristi casi di bambini abbandonati (quando va bene ancora vivi nei cassonetti). Questo punto non lo metto assolutamente in discussione e ti quoto al 100%.

    Ma se una donna decide di non portare avanti una gravidanza, quale che sia il motivo, io mi sento impossibilitata a dire qualsiasi cosa.
    Non lo sto provando sulla mia pelle, onestamente non credo di potermi pronunciare.
    Non ne sono capace.

  • anonima85 17:0 on 13 febbraio 2008 | # | Rispondi

    ….”col proprio feto”..comunque considero che biologicamente sia una vita…e nessuno dovrebbe avere diritto a farne ciò che vuole….ma è solo il mio punto di vista..

  • euclide 18:0 on 13 febbraio 2008 | # | Rispondi

    Questo attacco alla legge 194 da parte del ciccione di La7 (che a casa mia chiamiamo affettuosamente “il maiale”) è veramente vergognoso perché oltretutto fa leva esclusivamente sulla questione se il feto sia già vita oppure no. Per lui e il tedesco (ma anche per quelli del “Movimento della Vita”) è già vita e pertanto l’aborto è omicidio (quella del nano maledetto mi sa di più di una manovra da campagna elettorale e di una salita in corsa sul carrozzone dei cattolici). Perché la vita e data da Dio e solo da lui può essere tolta.
    E in fatti sia il tedesco che quelli del Movimento della Vita sono contrari ad ogni forma di contraccezione. E anche all’analisi del feto in gravidanza. E alla legge sulla fecondazione assistita (a quello schifo ha collaborato anche Rutelli). Perciò loro non contano, sono coerenti.
    Il ciccione invece fa solo, volutamente, una gran confusione e disiinformazione. Basta la cifra di non so quanti milioni di aborti in Italia che ama sparare continuamente.
    Datemi retta ragazzi, io sono un po’ più vecchia di voi e con il mio voto ho contribuito a respingere due referendum che chiedevano l’abrogazione della 194.
    LA 194 NON HA RESO LEGALE L’ABORTO NE’ NE HA FAVORITO O INCREMENTATO LA PRATICA.
    La 194 ha reso possibile la pratica di aborti in strutture ospedaliere attrezzate salvando così la vita alle migliaia di donne che erano prima costrette a ricorrere alle mammane.
    Ma ha anche introdotto la pratica di far precedere l’aborto da colloqui con esperti che potessero informare le donne sulle altre strade percorribili (prima questo non succedeva, le mammane non avevano contorno di esperti).
    Ha anche introdotto quella che si chiama “EDUCAZIONE SESSUALE”, che si DEVE OBBLIGATORIAMENTE fare nelle scuole (ricordo che battaglia i primi anni, ora la presenza delle operatrici del consultorio adolescenti non è più osteggiata, neanche dagli insegnanti di religione).
    Non vorrei sbagliarmi ma anche i Consultori territoriali, luoghi in cui si può accedere liberamente e anche, se si vuole in forma anonima, per ricevere informazioni e assistenza, prima non c’erano. Ho almeno non erano così tanti e diffusi.
    PRIMA LE STRADE ERANO DUE: o la mammana o la ruota degli esposti negli orfanatrofi. E i cottolenghi per i bambini handicappati.
    E basta con questa storia delle donne che usano l’aborto come forma di contraccezione. Solo un maschio pensa che abortire sia una cosa facile e priva di sofferenza come bere un bicchiere d’acqua.
    E BASTAAAAA

  • euclide 20:0 on 13 febbraio 2008 | # | Rispondi

    Scusate, ho dimenticato un pezzo (poi basta, lo giuro).

    @edv: è vero. c’è la possibilità di partorire e poi non riconoscere il bambino. Però considera che anche una gravidanza non è una cosa che si può prendere così alla leggera. Innanzitutto in qualche caso (intendo per esempio in casi di minorenni) è una cosa da tenere nascosta perchè non si può rivelare.
    E in qualche caso una gravidanza può essere insostenibile dal punto di vista economico o far perdere il posto di lavoro alla donna.
    E non sempre la gravidanza è una conseguenza di un atto d’amore ma può essere dovuta ad una violenza carnale.
    Non vorrei ripetermi, ma l’unica strada da perseguire è quella del sesso protetto. Sempre e in ogni caso, così non si prendono neanche le brutte malattie.
    p.s. la chiesa ha imposto di portare a termine la gravidanza anche alle suore violentate in Africa. Pensate che violenza su queste povere donne. Roba da lasciare il velo.

  • edv cafe 10:0 on 15 febbraio 2008 | # | Rispondi

    @euclide: diciamo che su temi etici di tale portata credo sia sempre difficile trovare il punto di equilibrio e che sia difficile dare giudizi su un qualunque episodio, come quello delle suore in Africa. Si sa, la vita e la morte, insieme al sesso, sono i temi che maggiormente generano accese discussioni, poiché è sempre ben difficile trovare la verità assoluta. Sempre che poi ne esista una e una sola.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: