Edv Cafe

  • 03:56:55 pm on febbraio 6, 2008 | 22
    Tag:, ,

    Baustelle – Alfredo

    Chi conosce questa canzone? Io all’epoca del fatto non ero ancora nato, però trovo che il brano sia di un’intensità notevole…

    Annunci
     

Comments

  • edv cafe 15:0 on 6 febbraio 2008 | # | Rispondi

    si può ascoltare su Youtube?

  • Luca 16:0 on 6 febbraio 2008 | # | Rispondi

    Ho provato ora a cercarla, ma non si trova…

  • edv cafe 16:0 on 6 febbraio 2008 | # | Rispondi

    ci affideremo a Emule allora! 😉

  • Luca 16:0 on 6 febbraio 2008 | # | Rispondi

    Professional choice 8)

  • maviserra 21:0 on 6 febbraio 2008 | # | Rispondi

    la cerco anche io!..

  • Luca 21:0 on 6 febbraio 2008 | # | Rispondi

    E’ dell’album Amen (uscita Febbraio 2008). Parla della tragica morte di Alfredino Rampi. La seconda parte è da brividi, una pietra sullo stomaco.
    I miei complimenti a Francesco Bianconi.

  • Luca 12:0 on 7 febbraio 2008 | # | Rispondi

    http://it.youtube.com/watch?v=zXfw9m_NsHU
    E’ stata aggiunta anche su youtube.

  • Luca 22:0 on 7 febbraio 2008 | # | Rispondi

    Un pezzetto bello tondo di cielo d’estate sta sopra di me. Non ci credo. Lo vedo
    restringersi. Conto le stelle. Ora. Sento tutte queste voci. Tutta questa gente ha già capito che ho sbagliato. Sono scivolato. Son caduto dentro il buco. Bravi, son venuti subito. Son stato stupido. Ma sono qua gli aiuti. Quelli dei pompieri. I carabinieri. Intanto Dio guardava il Figlio Suo. E in onda lo mandò. A Woytila e alla P2. A tutti lo indicò. A Cossiga e alla Dc. A BR e Platini. A Repubblica e alla Rai. La morte ricordò. Scivolo nel fango gelido. Il cielo è un punto. Non lo vedo più. L’Uomo Ragno mi ha tirato un polso. Si è spezzato l’osso. Ora. Dormo oppure sto sognando, perché parlo ma la voce non è mia. Dico Ave Maria. Che bimbo stupido. Piena di grazia. Mamma. Padre Nostro. Con la terra in bocca. Non respiro. La tua volontà sia fatta. Non ricordo bene. Ho paura. Sei nei cieli. E Lui guardava il Figlio Suo. In diretta lo mandò. A Woytila e alla P2. A tutti lo mostrò. A Forlani e alla Dc. A Pertini e Platini. A chi mai dentro di sé il Vuoto misurò.

  • tyl 12:0 on 19 febbraio 2008 | # | Rispondi

    è vermante commovente ed intensa.

  • thespawn86 15:0 on 19 febbraio 2008 | # | Rispondi

    perdonate l’ignoranza, ma chi fu alfredo rampi?

  • alex 19:0 on 21 febbraio 2008 | # | Rispondi

    stupenda canzone…i baustelle mi stupiscono sempre di piu’…

  • alex 22:0 on 26 febbraio 2008 | # | Rispondi

    io sono del 72’…ero una bambina ma ho pianto e ricordo bene quei giorni incollati alla tv, vedevo gli adulti preoccupati che discutevano di questo bambino precipitato nel pozzo…sentivo le voci di Alfredino e del cronista che cercava di tenerlo “occupato”…e di quei veri e propri “angeli” che si sono calati per aiutarlo..purtroppo senza successo…ricordo la forza e la dignita’ della sig.ra Rampi…donna intelligente e alla quale va tutta la mia stima..
    la canzone e’ carina..l’ho ascoltata su you. tube..non conoscevo i Baustelle..ad ogni modo e’ stato un gesto umano e di grande rispetto verso questo bambino che e’ rimasto impresso nei nostri cuori…scolpito…con tanto rammarico per non aver potuto aiutare quel ragazzino sfortunato e cosi’ coraggioso..

  • Luca 0:0 on 27 febbraio 2008 | # | Rispondi

    A me i Baustelle piacciono. Se ti va guarda altre loro canzoni, perchè ne vale la pena.
    Bel gesto sì, e brutta storia. Mai chiarita poi, soprattutto il motivo per cui finì lì dentro. Bruttissima faccenda, forse non cadde accidentalmente.
    D’altra parte quella vicenda passò alla storia per la diretta tv, perchè si credeva di averlo salvato e invece finì tragicamente. Ma la notizia dei ragazzini di Gravina di Puglia è peggio.

  • StregAngela 19:0 on 29 febbraio 2008 | # | Rispondi

    Concordo sul fatto che Alfredo sia una canzone di un’intensità unica.
    Non hanno per niente strumentalizzato il fatto,
    ma anzi l’hanno tenuto vivo in una maniera veramente notevole.
    In questi giorni poi, con la vicenda dei due piccolini nel pozzo…
    E’ un testo potente.
    Forse riesce anche a far pensare a quanta solitudine possano avere quei bambini che vengono lasciati soli,
    che spariscono.

    Bravi comunque,
    e sono anche felice che i Baustelle si stiano finalmente facendo conoscere,
    io li seguo dal primo cd ed era l’ora che un pubblico piu ampio gli donasse attenzione,
    li trovo splendidi.
    Saluti a tutti,
    Stre.

  • Intenditor 11:0 on 1 marzo 2008 | # | Rispondi

    StregAngela complimenti per le tue foto.. davvero belle.

  • piero ruggiero 19:0 on 5 marzo 2008 | # | Rispondi

    quella di alfredo è stato la prima tragedia vissuta 24 ore su 24 davanti alla tv. bella la canzone dei baustelle che ne parla, ma anche una puntata di giovanni minoli de “la storia siamo noi”. vale la pena vederla, io ho conosciuto questa storia grazie a minoli.

  • stefano 11:0 on 13 marzo 2008 | # | Rispondi

    Struggente ed intenso, questo pezzo ricorda la vicenda sia per la drammaticità del fatto che per la sconcertante diretta televisiva che sollevò molte critiche. Le prime volte che l’ascoltavo non sapevo il titolo e non capivo a cosa si riferisse; quando ho capito mi sono venuti letteralmente i brividi.

  • Sergetto 4:0 on 22 marzo 2008 | # | Rispondi

    Ho fatto io il video su youtube, quello che è linkato qui proprio per far conoscere a chi non la conosceva, questa tragica vicenda. E a chi invece la conosceva, semplicemnte per ricordare insieme quel piccolo Angelo
    sergetto.torino@yahoo.it

  • Luca 11:0 on 22 marzo 2008 | # | Rispondi

    Ciao Sergetto, lo so 🙂
    Ti ho trovato e aggiunto ai contatti su youtube, ti ho ritrovato su answers, e ora tu mi hai trovato qui. E’ proprio piccolo il mondo 😀

  • Sergetto 3:0 on 28 marzo 2008 | # | Rispondi

    ciao Luca.
    E’ vero.
    C’è un universo di persone multimediale che potrebbe fare realmente qualcosa per questo “mondaccio”.
    A presto
    😉

  • Nicola 22:0 on 9 aprile 2008 | # | Rispondi

    Il brano è bellissimo e intenso, nel 1981 avevo 13 anni e ricordo molto bene la tragedia in diretta in tv…però il testo cita Platini che in realtà arrivo nel campionato italiano 1982-’83 (alla Juve), dopo i mondiali del ’82, quando vinse l’Italia di Pertini!! Forse esigenza di rima ? Comunque sta bazzecola non mi fa scadere per nulla il brano…..era solo una curiosità, mi piacerebbe chiederlo ai Baustelle ! Ciao

  • Luca 12:0 on 10 aprile 2008 | # | Rispondi

    Grazie per la precisazione, Nicola. Come dici tu credo proprio si tratti di esigenza di rima. Dopotutto i Baustelle (a mio avviso) vogliono dare una rapida pennellata di quegli anni, uno in più o in meno non cambia molto. Ciao 🙂


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: